Nutrition

10 suggerimenti per una dieta che ti aiuti con la stanchezza

I seguenti consigli alimentari possono aiutarti con la stanchezza.

  1. Scegli alimenti ad alto contenuto calorico
    Se riesci a mangiare solo porzioni di piccole dimensioni, queste dovrebbero fornirti la maggior quantità possibile di energia, sostanze nutritive, vitamine e minerali. Gli integratori alimentari liquidi possono essere un aiuto, dato che contengono un buon equilibrio di questi ingredienti preziosi. Soprattutto quando i tuoi livelli di energia sono bassi, puoi aumentare il tuo apporto energetico e nutritivo con uno sforzo minimo!
  2. Mangia quello che ti senti
    Se mangiare è estenuante, dovresti fare particolare attenzione a ciò che ti sembra appetitoso. In questo modo, sarà più facile apprezzare il cibo e mangiare di più. Non obbligarti a mangiare alimenti che non hai voglia di mangiare.
  3. Mangia porzioni più piccole, più frequentemente
    È molto più semplice mangiare pasti più piccoli (“spuntini”) che porzioni abbondanti. Cerca di fare da 5 a 6 spuntini quotidiani. Se sei debole e hai scarso appetito, la vista di un piatto abbondante può essere demotivante.
  4. Riempi la dispensa
    Riempi di scorte il frigorifero, il freezer e la dispensa. I prodotti sani che si conservano a lungo sono fantastici per la tua salute e ti permettono di risparmiare tempo e energia. Tra questi ci sono, per esempio:

    • Cibi secchi come pasta integrale, riso, legumi secchi (ad esempio, piselli o lenticchie) e ancora semolino, avena o quinoa.
    • Cibi in scatola come patate sbucciate e cotte, passata di pomodoro, fagioli verdi tagliati e cotti.
    • I cibi congelati hanno un lungo periodo di conservazione e si possono preparare velocemente. Sono anche estremamente ricchi di vitamine. Facendo scorta di questi cibi puoi andare meno sovente a fare la spesa e risparmiare energia.
  5. Cucina in anticipo
    Se hai l’energia di cucinare, prepara subito quantità più abbondanti! Congela le porzioni che avanzano per poterle mangiare nelle giornate più difficili. In caso di bisogno, chiedi ad amici e familiari se possono aiutarti.
  6. Prova delle alternative
    Fortunatamente, oggigiorno è possibile procurarsi alimenti sani in molti modi e con il minimo sforzo. Ad esempio, numerosi servizi di consegna sono attivi, e molti di questi vantano una selezione di alimenti sani. Probabilmente avrai sentito parlare anche delle cooking box. Te le consegnano a casa e contengono gli ingredienti e le istruzioni per preparare un piatto di tua scelta. I servizi di consegna, le cooking box e i piatti pronti surgelati sono ottime soluzioni temporanee.
  7. Accetta aiuto!
    Amici e familiari si sono offerti di aiutarti? Accetta il loro sostegno. Possono alleggerirti un po’ il carico facendo la spesa per te, cucinando pasti deliziosi, aiutandoti con i lavori domestici o tenendoti compagnia. Pensa alle mansioni in cui ti serve più aiuto e che richiedono più energia.
  8. È permesso fare degli spuntini!
    Fai scorta dei tuoi snack preferiti. Per esempio, mettili in bella vista in delle ciotole. In questo modo ti potrai servire tutte le volte che ti viene fame!
  9. Mantieniti idratato
    Se bevi troppo poco, corri il rischio di sviluppare una carenza di fluidi. Questo può causare mal di testa, ad esempio, ma anche ridurre le prestazioni fisiche e portare a problemi di concentrazione o di stanchezza. Durante la giornata bisognerebbe bere almeno 1,5 litri di acqua, tè senza zucchero o succhi di frutta concentrati. Prova a tenere sempre a portata di mano un bicchiere o una bottiglia d’acqua.
  10. Scegli il momento giusto per i tuoi pasti
    Potrebbe essere una buona idea tenere un diario energetico. In questo modo, vedrai qual è il momento della giornata in cui ti senti più in forze, per organizzarti a seconda dei tuoi livelli energetici. Ad esempio, puoi preparare e consumare i pasti nei momenti in cui senti di avere più energie. Il tuo apporto energetico dovrebbe essere una delle tue priorità principali.

Autore: Dr. Volker Henn | Revisore: Dr. Christian Keinki

Fonti: